Casa Simoncelli: la struttura della memoria dedicata ai disabili

La Fondazione Marco Simoncelli, a quasi otto anni dalla scomparsa del campione, tiene ancora vivo il ricordo del motociclista, promuovendo un’iniziativa di notevole importanza sociale. L’apertura di Casa Simoncelli.
Una struttura, costruita a Coriano (paese in cui Marco Simoncelli è cresciuto), interamente dedicata ai disabili; promossa dalla Fondazione Marco Simoncelli e da Paolo Simoncelli, padre del compianto campione (23 ottobre 2011, durante il Gran Premio di Sepang).

Inaugurazione di Casa Simoncelli

Il progetto, costato 2,2 milioni di euro, nasce grazie a finanziamenti privati e al ricavato che la Fondazione omonima, è riuscita a raccogliere in occasione degli eventi organizzati in memoria dello sportivo; come ad esempio “Buon Compleanno Sic”
La struttura occupa più di 1000 m quadrati,ospita una piscina, un parco giochi e una palestra, oltre che numerose stanze e ambienti adibiti alla riabilitazione, all’assistenza e all’accoglienza familiare.
Sarà gestita dalla Comunità Montetauro di Coriano, che già si occupa di supportare le persone con disabilità.

Una data da ricordare

Simoncelli durante una gara

L’inaugurazione di Casa Simoncelli si è svolta domenica 20 gennaio, per commemorare simbolicamente il compleanno di Sic, che avrebbe compiuto 32 anni.
Il campione era particolarmente sensibile alla tematica della disabilità tanto che, come racconta la fidanzata Kate Fretti, in occasione delle visite alla Comunità di Montetauro, Simoncelli “è rimasto affascinato da questi ragazzi, dal loro modo di prendere la vita”.
A tagliare il nastro sono stati Kate Fretti e il padre di Marco, Paolo Simoncelli.
Hanno partecipato oltre mille persone, tra cui diversi piloti e persone vicine alla MotoGp; i Primi Cittadini di Coriano, Misano Adriatico, Riccione e Mondaino e il vescovo di Rimini.

L’iniziativa è stata accolta positivamente anche dai quotidiani nazionali, sportivi e non, i quali hanno dedicato numerosi articoli all’evento e al ricordo di Sic.