“ALL BLACKS” ON SATURDAY

Il 24 Novembre 2018, presso lo Stadio Olimpico di Roma, la Nazionale Italiana di Rugby è scesa in campo contro la pluripremiata nazionale neozelandese – All Blacks – in uno dei tanti test match pre-Mondiali 2019. Dopo essersi allenati presso i nuovi impianti sportivi di Sapienza Sport di Tor di Quinto, i campioni della Nuova Zelanda travolgono l’Italia.

 

 

Con il risultato finale di 66-3 in favore della Nuova Zelanda, la nostra Nazionale Italiana di Rugby non è quasi mai esistita. Abbiamo subito dieci mete e il punteggio poteva essere anche più pesante. Insomma, un vero e proprio “sabato nero” quello andato in scena all’Olimpico, mentre per gli All Blacks è stato quasi un allenamento. Per l’Italia del CT Conor O’Shea si tratta di un brusco passo indietro rispetto alla sconfitta contro l’Australia, dove si era offerto uno spettacolo incoraggiante.

Dopo quindici anni, per gli Azzurri, l’incubo si ripete

La strada verso un miglioramento appare quindi ancora molto lunga e tortuosa. “Gli All Blacks hanno dimostrato ancora una volta di essere la squadra più forte del mondo” – afferma il capitano dell’Italia Leonardo Ghiraldini – ma le aspettative erano differenti.
Prima della partita “sapevamo di doverci confrontare contro una squadra di altissimo livello” – riferisce Conor O’Shea – ma l’incessante pressione neozelandese, ha condotto l’Italia su un passivo immediatamente demotivante, di 17-3.

 

 

Di contro, con meno pressioni e forti della loro strapotenza fisica e tattica, i nostri avversari hanno mostrato tutte le loro abilità: riscattando il passo falso contro l’Irlanda.

Il pessimo risultato subito all’Olimpico risulta il peggiore degli ultimi quindici anni di confronti con la Nuova Zelanda; contro la quale la Nazionale non subiva un passivo del genere dalla Coppa del Mondo del 2003 a Melbourne. La partita si concluse con il risultato di 70-7, quantomeno salvammo la “faccia” siglando una meta.

In conclusione, un grande applauso e i nostri complimenti ai bicampioni del mondo ma, da nostra parte, serve di più.
La Nuova Zelanda chiude così la stagione con un successo che mitiga parzialmente la sconfitta con l’Irlanda a Dublino. Per per gli Azzurri, di contro, l’autunno internazionale termina con una vittoria – Georgia – e 3 sconfitte – in precedenza contro Irlanda e Australia.

All Blacks VS Italia, sabato 24 Novembre a Roma. Locandina
Fonte: Federugby.it

 

CONTEST SELFIE CULTURALE

SELFIE CULTURALE

FIR – in occasione della collaborazione con WeComSport, Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale della Sapienza, Università di Roma – ha deciso di lanciare il contest SELFIE CULTURALE.

Le regole sono semplici e rivolte a tutti:

  • Scatta una foto o gira un breve video che rappresenti al meglio il connubio tra rugby e cultura, dando sfogo alla propria creatività;

 

  • I contenuti dovranno essere condivisi sul proprio account Instagram o Facebook usando gli hashtag #insieme #rugbyecultura e, contestualmente, inviati all’ indirizzo di posta elettronica: wecomsport@uniroma1.it.
Date il via alla vostra creatività e che vinca il migliore!

Il contest ha durata dal 12 febbraio 2018 al 7 marzo 2018. La foto con il maggior numero di like vincerà due biglietti per la partita Italia – Scozia del 17 marzo. Solo il vincitore riceverà comunicazione via mail entro il 10 marzo 2018 e potrà ritirare i due biglietti il giorno della partita secondo le modalità che verranno comunicate via mail.

 

Per saperne di più sulla nostra collaborazione con FIR clicca qui

IL TEAM DI WECOMSPORT AL IV TEMPO – RUGBY E CULTURA

 

 

 

 

 

 

 

Il team WeComSport del Coris Sapienza sarà presente al IV TEMPO – Rugby e Cultura

Il team WeComSport del Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale della Sapienza è un gruppo di ricerca sui temi della comunicazione e dello sport diretto dalla prof.ssa Barbara Mazza che vede la partecipazione di studenti del corso di Gestione e organizzazione di eventi.

Da tempo, grazie a un accordo tra il Dipartimento e FIR, partecipa con un progetto di formazione e ricerca, alla promozione del IV Tempo Rugby e Cultura.

Il 4 febbraio 2018, in occasione della partita Italia- Inghilterra del 6 Nazioni, il team sarà presente al Terzo Tempo Peroni Village, dove svolgerà uno studio sul rapporto tra la cultura e il rugby e animerà l’attesa della partita con un quiz culturale.

L’obiettivo di WeComSport Sapienza è mettere a disposizione della Federazione Italiana Rugby, la creatività del team di lavoro nell’ambito dell’iniziativa “Quarto Tempo”, all’interno della splendida cornice del Torneo “Sei Nazioni”, per innovare e allo stesso tempo rendere ancora più saldo il connubio tra sport e cultura.

Per saperne di più clicca qui.

GAIOS PROVA IL RUGBY

Sono ancora a spasso per la città. A Villa Borghese, di preciso. Bella, vero? Ma quanto è grande? Servono ore ed ore per girarla tutta! Io però non posso perdere tempo: c’è WeComSport dietro l’angolo e non posso fermarmi. Ma cosa fanno quei ragazzi laggiù? Stanno giocando con la palla. Mi avvicino, magari fanno giocare anche me…

Ero convinto fosse l’harpastrum, un gioco molto amato da noi romani, il cui scopo era di superare una linea con la palla. Mi sono unito a loro. Mi hanno detto che è il rugby. Nella mia mente ho pensato “E qual è a differenza?”. Si tratta proprio di un gioco avvincente e coinvolgente, mi butto nella mischia anch’io, chissà come andrà …Vi devo proprio dire quale squadra ha vinto?

Le avventure di Gaios – Vignetta a cura di Riccardo Colosimo.