Mondiali 2018: in Russia a colpi di meme

In attese della finale del 15 Luglio per scoprire chi sarà il vincitore di questi mondiali 2018, l’Italia oltre a tifare per altre squadre favorite o osservare i vari palloni d’oro, come Cristiano Ronaldo e Messi, fa intuire come la pensano gli italiani su questo campionato. Se si cerca il mondiale 2018, tra le ricerche correlate, troviamo “ripescaggio mondiali 2018”, ma a quanto pare non è servito a molto.

Gli italiani delusi da questa esclusione, hanno trovato nei social network il luoghi per esorcizzare. Alcuni immaginano Cannavaro (capitano della nazionale del 2006) sollevare pop corn al posto dell’importante coppa del mondo; altre la nazionale all’aeroporto senza alcun aereo che li attenda.

Il Real Time Marketing delle aziende.

E le aziende? Netflix punta sulla nostalgia proponendo una serie in esclusiva: “2006 sul tetto del mondo”, ricordando che le grandi storie meritano di essere riviste, ovviamente si accettano spoiler.

Ikea come sempre punta al real time marketing e all’ imminente partita Svezia-Corea. Chiede agli italiani di gufare ma di andare morbidi, mostrando il peluche burattino a forma di gufo.

post Facebook per partita Svezia- Corea. Mondiali 2018.
Fonte: Pagina Facebook di Ikea Italia

Carglass punta all’interazione dei suoi utenti mostrando un rebus per ricordare il ritornello della propria pubblicità, inserendo un portiere e una sostituzione in campo: Carglass ripara e sostituisce.

Carglass crea un rebus che rimanda al suo jingle per i mondiali 2018
Fonte: pagina Facebook di Carglass Italia

Mulino Bianco usa uno storytelling di prodotti ricordando che loro ci sono sempre. Mostra in varie foto la linea sottile che li unisce al calcio, peccato che il fuori gioco sia poco intuibile con prosciutto crudo e grissino.

Real Time Marketing della Mulino Bianco con post su Mondiali 2018
Fonte: pagina Facebook di Mulino Bianco

 

Grazie alle aziende e agli italiani che riescono a far fare qualche sorriso scherzando sui social. La passione per il calcio non si è del tutto persa anche senza la nazionale, tanto che solo il Brasile di Neymar raggiunge 7,5 milioni di telespettatori.

Attendiamo le prossime partite per vedere oltre alla Russia chi si classificherà agli ottavi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *