GAIOS E LA RICERCA DELL’ANIMA GEMELLA

Eccoci qui…il festival è terminato da un po’ e io continuo a sognare l’evento quasi tutte le sere, sarà forse che a cena mangio pesante?

Ogni notte sogno di essere nel Centro Congressi, è pieno di persone tra cui giornalisti, studenti e c’è anche qualche simpatico ragazzo dello staff, sempre attento a monitorare la situazione.
Ma soprattutto non riesco a dimenticare che tra il pubblico in platea c’è anche lei…la ragazza che inseguo da giorni! Nel sogno, mi saluta maliziosa e fugge in cortile, così la rincorro ma una volta fuori non la trovo più…

Nella realtà, durante il festival l’ho vista per un momento in sala verso la fine di un panel. Il cuore mi è di nuovo balzato alla gola e ho iniziato a pensare cosa dirle. In quel momento, si sono alzati tutti per raggiungere il buffet in cortile per l’apericena di chiusura e ho pensato: quale migliore occasione per fare due chiacchiere con la mia dea?
A quel punto, ho cercato faticosamente di farmi largo tra la folla per raggiungerla… oramai mi sentivo pronto ad attaccar bottone. Quando finalmente sono riuscito a guadagnare l’uscita, ho iniziato a cercarla con lo sguardo e, ad un certo punto, i miei occhi hanno incrociato i suoi… Incredibile, lei era lì, al centro del cortile, con una bibita in mano, i capelli che le danzavano intorno al viso, mossi dal vento e gli occhi che risplendevano e brillavano sotto i raggi del sole…era ancora più bella di come me la ricordavo!

Lei mi ha visto, mi ha sorriso e mi fatto un cenno col capo. Corri, raggiungila, ti sta aspettando, mi sono detto.
Mi sono mosso e mi sentivo volare…non ci credevo, stavo solo inciampando sui gradini. Fortunatamente, uno dei ragazzi mi ha sorretto, evitandomi una figuraccia, oltre alla disastrosa caduta. Ho ripreso il cammino verso di lei, ma era di nuovo sparita tra la folla, l’ho cercata disperatamente, ma non l’ho più trovata…

E così, da allora, ogni notte mi sveglio di soprassalto, sperando di essere ancora lì tra di voi e di poterla finalmente conoscere. Secondo voi cosa significa? Sarà un segno del destino?
Chissà se il prossimo anno verrà anche lei al Festival della Comunicazione Sportiva, potrei farle da guida e presentarla ai ragazzi del team.

Sono fiducioso, continuerò a cercarla e con un po’ di fortuna potrei incontrarla dove meno me l’aspetto.
Intanto si ricomincia a lavorare per la prossima edizione e i ragazzi mi stanno dando diverse dritte, indicandomi posti in città dove cercarla e suggerendomi come approcciarmi in modo meno goffo e più adeguato ai tempi. Mi hanno anche suggerito di stare più attento alle palline da tennis volanti. Che dite, riuscirò nell’intento di ritrovarla e di conquistarla? Speriamo!

Adesso vi saluto, mi sento pronto ad affrontare la sfida. Ci vediamo alla prossima edizione, questa volta sarò in compagnia, me lo sento. A presto e… aspettatemi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *